Come lo scambio differisce dallopzione

come lo scambio differisce dallopzione
Le type de ré-échantillonnage peut être contrôlé par l'option -af-adv. La convenzione è che questo comportamento è abilitato dall'opzione -6 sulla riga di comando. La convention est que ce comportement est déclenché par l'option de ligne de commande Dipende soprattutto dal tipo di apparecchio e dall'opzione. Cela dépend du type d'appareil et de l'option.

I paragrafi 2. La finalità del presente Principio è stabilire principi per la presentazione nel bilancio delle modello binario del prezzo dellopzione e passività finanziarie la cui applicazione consentirà di fornire agli utilizzatori dei bilanci informazioni significative ed utili per la valutazione degli importi, della tempistica e del grado di incertezza dei flussi finanziari futuri.

Il presente Principio deve essere applicato da tutte le entità a tutti i tipi di strumenti finanziari fatta eccezione per: a è realistico fare soldi in k partecipazioni in controllate, collegate e joint venture che sono contabilizzate secondo le disposizioni dell'IFRS 10 Bilancio consolidato, dello IAS 27 Bilancio separato o dello IAS 28 Partecipazioni in società collegate e joint venture.

In taluni casi, tuttavia, l'IFRS 10, lo IAS 27 o lo IAS 28 richiedono o consentono all'entità di contabilizzare la partecipazione in una controllata, una collegata o una joint venture in conformità ad alcune o a tutte le disposizioni del presente Principio. Le entità devono inoltre applicare il presente Principio ai derivati sulla partecipazione in una controllata, collegata o joint venture, a meno che il derivato soddisfi la definizione di strumento rappresentativo di capitale dell'entità di cui allo IAS 32 Strumenti finanziari: Esposizione nel bilancio; b diritti e obbligazioni relativi ad operazioni di leasing a cui si applica l'IFRS 16 Leasing.

Tuttavia: i i crediti impliciti nei contratti di leasing finanziario ossia gli investimenti netti in leasing finanziari e i crediti impliciti nei contratti di leasing operativo rilevati dal locatore sono soggetti all'eliminazione contabile e agli accantonamenti per riduzione di valore del presente Principio; ii le passività del leasing rilevate dal locatario sono soggette alle disposizioni in materia di eliminazione contabile di cui al paragrafo 3.

Tuttavia il possessore di tali strumenti rappresentativi di capitale deve applicare il presente Principio a tali strumenti, a meno che questi soddisfino l'eccezione di cui alla precedente lettera a ; e i diritti e le obbligazioni che sorgono ai sensi di i un contratto assicurativo secondo la definizione dell'IFRS 4 Contratti assicurativi, diversi dai diritti e dalle obbligazioni di un emittente che sorgono da un contratto assicurativo che risponde alla definizione di contratto di garanzia finanziaria o ai sensi di ii un contratto che rientra nell'ambito di applicazione dell'IFRS 4, in quanto contiene un elemento di partecipazione discrezionale.

Tuttavia, il presente Principio si applica a un derivato incorporato in un contratto che rientra nell'ambito di applicazione dell'IFRS 4 se il derivato non costituisce esso stesso un contratto rientrante nell'ambito di applicazione dell'IFRS 4.

I termini del contratto forward non dovrebbero eccedere un periodo ragionevole normalmente necessario per ottenere le dovute approvazioni e perfezionare l'operazione; g gli impegni all'erogazione di finanziamenti diversi da quelli descritti nel paragrafo 2. Come lo scambio differisce dallopzione, l'emittente di impegni all'erogazione di finanziamenti deve applicare le disposizioni in materia di riduzione di valore del presente Principio agli impegni all'erogazione di finanziamenti che come lo scambio differisce dallopzione non rientrano nell'ambito di applicazione del presente Principio.

Inoltre, tutti gli impegni all'erogazione di finanziamenti sono soggetti alle disposizioni in materia di eliminazione contabile del presente Principio; h gli strumenti finanziari, i contratti e le obbligazioni relativi a operazioni con pagamento basato su azioni ai quali si applica l'IFRS 2 Pagamenti basati su azioni, a eccezione dei contratti rientranti nell'ambito di applicazione dei paragrafi 2. Le disposizioni in materia di riduzione di valore del presente Principio sono applicate ai diritti che l'IFRS 15 prevede siano contabilizzati conformemente al presente Principio ai fini della rilevazione degli utili o delle perdite per riduzione di valore.

I seguenti impegni all'erogazione di come lo scambio differisce dallopzione rientrano nell'ambito di applicazione del presente Principio: a impegni all'erogazione di finanziamenti che l'entità designa come passività finanziarie al fair value valore equo rilevato nell'utile perdita d'esercizio cfr. L'entità che ha una consolidata prassi di vendere le attività che derivano dagli impegni all'erogazione di finanziamenti poco dopo l'erogazione, deve applicare il presente Principio a tutti gli impegni all'erogazione di finanziamenti della stessa categoria; b impegni all'erogazione di finanziamenti che possono essere regolati al netto in disponibilità liquide ovvero consegnando o emettendo un altro strumento finanziario.

Tali impegni all'erogazione di finanziamenti sono dei derivati. L'impegno all'erogazione di finanziamenti non è considerato regolato al netto semplicemente perché il finanziamento è erogato a rate per esempio, un mutuo ipotecario edilizio erogato a rate con l'avanzamento della costruzione ; c impegni all'erogazione di un finanziamento a un tasso di interesse inferiore a quello di mercato cfr.

Il presente Principio deve essere applicato ai contratti per l'acquisto o la vendita di un elemento non finanziario che possono essere regolati al netto in disponibilità liquide o tramite altro strumento finanziario, o scambiando strumenti come lo scambio differisce dallopzione, come se i contratti fossero strumenti finanziari, a eccezione dei contratti che sono stati sottoscritti e continuano a essere posseduti per l'incasso o la consegna di un elemento non finanziario secondo le esigenze di acquisto, vendita o uso previste dall'entità.

Tuttavia il presente Principio deve essere applicato ai contratti che l'entità designa come valutati al fair value valore equo rilevato nell'utile perdita d'esercizio conformemente al paragrafo 2.

I contratti per l'acquisto o la vendita di un elemento non finanziario che possono essere regolati al netto in disponibilità liquide o tramite altro strumento finanziario, o scambiando strumenti finanziari, come se i contratti fossero strumenti finanziari, possono essere designati irrevocabilmente come valutati al fair value valore equo rilevato nell'utile perdita d'esercizio anche se sono stati sottoscritti per l'incasso o la consegna di un elemento non finanziario secondo le esigenze di acquisto, vendita o uso previste come lo scambio differisce dallopzione.

Un contratto a cui b o c sono applicabili non è sottoscritto al fine di ricevere o di consegnare l'elemento non finanziario secondo le esigenze di acquisto, vendita o uso previste dall'entità e rientra conseguentemente nell'ambito di applicazione del presente Principio.

dove e come guadagnare in un giorno opzione 4 snt

Altri contratti a cui sia applicabile il paragrafo 2. L'entità deve rilevare nel proprio prospetto della situazione patrimoniale-finanziaria l'attività o passività finanziaria quando, e solo quando, l'entità diviene parte nelle clausole contrattuali dello strumento cfr.

Quando l'entità rileva per la prima volta l'attività finanziaria, deve classificarla conformemente ai paragrafi 4. Quando l'entità rileva per la prima volta la passività finanziaria, deve classificarla conformemente fattori di correzione di fibonacci paragrafi 4. Acquisto o vendita standardizzati delle attività finanziarie 3.

opzioni forti è pro e contro delle opzioni binarie

L'acquisto o la vendita standardizzati delle attività finanziarie devono essere rilevati ed eliminati contabilmente, a seconda del caso, alla data di negoziazione o alla data di regolamento cfr. Nei bilanci consolidati, i paragrafi 3.

Ne consegue che l'entità prima consolida tutte le controllate in base a quanto disposto dall'IFRS 10 e poi applica tali paragrafi al gruppo che ne deriva. Prima di valutare se, e in quale misura, l'eliminazione contabile è appropriata secondo i paragrafi 3. Per esempio, quando l'entità sottoscrive uno strip su tasso di interesse per mezzo del quale la controparte ottiene il diritto ai flussi finanziari relativi agli interessi, ma non ai flussi finanziari relativi al capitale da uno strumento di debito, i paragrafi 3.

Per esempio, quando l'entità sottoscrive un accordo tramite il quale la controparte ottiene i diritti di una quota del 90 per cento di tutti i flussi finanziari di uno strumento di debito, si applicano i paragrafi 3. Se esiste più di una controparte, ogni controparte non è tenuta a ricevere una quota proporzionale dei flussi finanziari a patto che l'entità cedente disponga di una quota interamente proporzionale; iii la parte comprende soltanto una quota interamente proporzionale dei flussi finanziari identificati specificamente dall'attività finanziaria o dal gruppo di attività finanziarie similari.

Per esempio, quando l'entità sottoscrive un accordo tramite il quale la controparte ottiene i diritti di una quota del 90 per cento dei flussi finanziari relativi agli interessi dall'attività finanziaria, si applicano i paragrafi 3. Se esiste più di una controparte, ogni controparte non è tenuta a ricevere una quota proporzionale dei flussi finanziari identificati specificamente a patto che l'entità trasferente disponga di una quota interamente proporzionale.

Per esempio, quando l'entità trasferisce i i diritti al primo o all'ultimo 90 per cento dell'incasso di disponibilità liquide dall'attività finanziaria o dal gruppo di attività finanziarieo ii i diritti al 90 per cento dei flussi finanziari dal gruppo di crediti, ma fornisce una garanzia per compensare l'acquirente per qualsiasi perdita su crediti fino all'8 per cento dell'importo capitale del credito, i paragrafi 3.

Nei paragrafi 3. L'entità deve eliminare contabilmente l'attività finanziaria quando, e soltanto quando: a i diritti contrattuali sui flussi finanziari derivanti dall'attività finanziaria scadono o b l'entità trasferisce l'attività finanziaria come illustrato nei paragrafi 3. L'entità trasferisce l'attività finanziaria se e soltanto se: a trasferisce i diritti contrattuali a ricevere i flussi finanziari dell'attività finanziaria, o b mantiene i diritti contrattuali a ricevere i flussi finanziari dell'attività finanziaria, ma assume l'obbligazione come lo scambio differisce dallopzione di pagare i flussi finanziari a uno o più beneficiari in un accordo che soddisfa le condizioni di cui al paragrafo 3.

Le anticipazioni a breve termine da parte dell'entità con il diritto al recupero totale dell'importo come lo scambio differisce dallopzione più gli interessi rilevati secondo i tassi di mercato non violano questa condizione; b le condizioni del contratto di trasferimento impediscono all'entità di vendere o di impegnare l'attività originaria salvo quando questa è a garanzia dell'obbligazione a corrispondere flussi finanziari ai beneficiari finali; c l'entità ha l'obbligazione di trasferire qualsiasi flusso finanziario che incassa per conto dei beneficiari finali senza un ritardo rilevante.

Inoltre, l'entità non ha diritto a reinvestire opzioni lunghe flussi finanziari, se non per investimenti in disponibilità liquide o mezzi equivalenti ai sensi dello IAS 7 Rendiconto finanziario durante il breve periodo di regolamento dalla data di incasso alla data del dovuto pagamento ai beneficiari finali, e gli interessi attivi su tali investimenti vengono trasferiti ai beneficiari finali.

Quando l'entità trasferisce l'attività finanziaria cfr. In questo caso: a se l'entità trasferisce sostanzialmente tutti i rischi e come lo scambio differisce dallopzione benefici della proprietà dell'attività finanziaria, l'entità deve eliminare contabilmente l'attività finanziaria e rilevare separatamente come attività o passività qualsiasi diritto e obbligazione originati o mantenuti con il trasferimento; b se l'entità mantiene sostanzialmente tutti i rischi e i benefici della proprietà dell'attività finanziaria, l'entità deve continuare a rilevare l'attività finanziaria; c se l'entità non trasferisce né mantiene sostanzialmente tutti i rischi e i benefici della proprietà dell'attività finanziaria, l'entità deve determinare se ha mantenuto il controllo dell'attività finanziaria.

In questo caso: i se l'entità non ha mantenuto il controllo, deve eliminare contabilmente l'attività finanziaria e rilevare separatamente come attività o passività qualsiasi diritto e obbligazione originati o mantenuti nel trasferimento; ii se l'entità ha mantenuto il controllo, deve continuare a rilevare l'attività finanziaria nella misura del coinvolgimento residuo nell'attività finanziaria cfr.

Traduzione di "dall'opzione" in francese

Il trasferimento dei rischi e dei benefici cfr. L'entità ha mantenuto sostanzialmente tutti i rischi e i benefici della proprietà dell'attività finanziaria se la sua esposizione alla variabilità del valore attuale dei futuri flussi finanziari netti dell'attività finanziaria non cambia in modo significativo come risultato del trasferimento per esempio perché l'entità ha venduto l'attività finanziaria soggetta a un accordo di riacquisto a un determinato prezzo o al prezzo di vendita più il rendimento del finanziatore.

L'entità ha trasferito sostanzialmente tutti i rischi e i benefici della proprietà dell'attività finanziaria, se la sua esposizione a tale variabilità non è più significativa in relazione alla variabilità totale nel valore attuale dei futuri flussi finanziari netti associati all'attività finanziaria per esempio perché l'entità ha venduto l'attività finanziaria soggetta solo a opzione di riacquisto al suo fair value valore equo al momento del riacquisto o ha trasferito una quota interamente proporzionale dei flussi finanziari da una più ampia attività finanziaria in un accordo, quale una subpartecipazione a un finanziamento, che soddisfa le condizioni del paragrafo 3.

Spesso sarà ovvio se l'entità ha trasferito o mantenuto sostanzialmente tutti come lo scambio differisce dallopzione rischi e i benefici della proprietà e non ci sarà alcun bisogno di effettuare calcoli. In altri casi, sarà necessario calcolare e confrontare l'esposizione dell'entità alla variabilità del valore attuale dei futuri flussi finanziari netti prima e dopo il trasferimento. Il calcolo e il confronto vengono svolti utilizzando come tasso di attualizzazione un adeguato tasso di interesse corrente di mercato.

Viene presa in considerazione qualsiasi variabilità ragionevolmente possibile dei flussi finanziari netti dando maggior peso a quei risultati che è più probabile che si verifichino. La circostanza che l'entità abbia mantenuto il controllo cfr. Se il cessionario è in grado di vendere l'attività nella sua integralità a una terza parte non correlata ed è in grado di esercitare tale capacità unilateralmente e senza il bisogno di imporre ulteriori restrizioni sul trasferimento, l'entità non ha mantenuto il controllo.

In tutti gli altri casi, l'entità ha mantenuto il controllo.

le opzioni sono per i manichini opzioni turbo strategia

Trasferimenti che soddisfano i criteri di ammissibilità per l'eliminazione contabile 3. Se l'entità trasferisce l'attività finanziaria in un trasferimento che soddisfa i criteri di ammissibilità per l'eliminazione contabile nella sua integralità e mantiene il diritto a rendere servizi all'attività finanziaria in cambio di una commissione, essa deve rilevare o l'attività o la passività originata dal servizio per quel contratto di servizio.

Se si ritiene che la commissione che deve essere ricevuta non compenserà l'entità in modo adeguato per lo svolgimento del servizio, la passività originata dall'obbligazione del servizio deve essere rilevata al suo fair value valore equo.

opzione 212 guadagni su Internet per un programmatore

Se si come lo scambio differisce dallopzione che la commissione che deve essere ricevuta costituisca un compenso più che adeguato per il servizio, l'attività originata dal servizio deve essere rilevata per il diritto di servizio a un importo determinato sulla base di una ripartizione del valore contabile della più ampia attività finanziaria secondo quanto previsto dal paragrafo 3.

Se, come risultato di un trasferimento, l'attività finanziaria è eliminata contabilmente nella sua integralità, ma ne consegue che l'entità ottiene una nuova attività finanziaria o assume una nuova passività finanziaria, o una passività originata dal servizio, l'entità deve rilevare la nuova attività finanziaria, passività finanziaria o passività originata dal servizio al fair value valore equo.

Al momento dell'eliminazione contabile dell'attività finanziaria nella sua integralità, la differenza tra: a il valore contabile valutato alla data dell'eliminazione contabile e b il corrispettivo ricevuto inclusa qualsiasi nuova attività ottenuta meno qualsiasi nuova passività assunta deve essere rilevata nell'utile perdita d'esercizio.

Se l'attività trasferita è parte di una più ampia attività finanziaria per esempio quando l'entità trasferisce i flussi finanziari relativi agli interessi che sono parte di uno strumento di debito, cfr.

A questo fine, l'attività di servizio mantenuta deve essere trattata come una parte che continua a essere rilevata. La differenza tra: a il valore contabile valutato alla data dell'eliminazione contabile attribuito alla parte eliminata contabilmente e b il corrispettivo ricevuto per la parte eliminata contabilmente inclusa qualsiasi nuova attività ottenuta meno qualsiasi nuova passività assunta deve essere rilevata nell'utile perdita d'esercizio. Quando l'entità ripartisce il valore contabile precedente di una più ampia attività finanziaria tra la parte che continua a essere rilevata e la parte che è eliminata contabilmente, è necessario valutare il fair value valore equo della parte che continua a essere rilevata.

Quando l'entità come lo scambio differisce dallopzione una storia di vendite di parti similari alla parte che continua a essere rilevata o esistono altre operazioni di mercato per tali parti, i prezzi recenti di effettive operazioni forniscono la stima migliore del suo fair value valore equo. Quando non sussistono prezzi quotati o operazioni di mercato recenti a sostegno del fair value valore equo della parte che continua ad essere rilevata, la migliore stima del fair value valore equo è la differenza tra il fair value valore equo della più ampia attività finanziaria nel suo complesso e il corrispettivo ricevuto dal cessionario per la parte eliminata contabilmente.

Trasferimenti che non soddisfano i criteri di ammissibilità per l'eliminazione contabile 3. Se il trasferimento non comporta l'eliminazione contabile, perché l'entità ha mantenuto sostanzialmente tutti i rischi e i benefici della proprietà dell'attività trasferita, l'entità deve continuare a rilevare l'attività trasferita nella sua integralità e deve rilevare una passività come lo scambio differisce dallopzione per il corrispettivo ricevuto.

Negli esercizi successivi l'entità deve rilevare i proventi dell'attività trasferita e gli oneri sostenuti sulla passività finanziaria. Coinvolgimento residuo nelle attività trasferite 3. Se l'entità non trasferisce né mantiene sostanzialmente tutti i rischi e i benefici della proprietà dell'attività trasferita pur mantenendo il controllo dell'attività trasferita, essa continua a rilevare l'attività trasferita come lo scambio differisce dallopzione misura del suo coinvolgimento residuo.

La misura del coinvolgimento residuo dell'entità nell'attività trasferita corrisponde alla misura in cui essa si espone alle variazioni del valore dell'attività trasferita. Tuttavia, in caso di un'opzione put venduta su un'attività che è valutata al fair value valore equola misura del coinvolgimento residuo dell'entità è limitata al minore tra il fair value valore equo dell'attività trasferita e il prezzo di esercizio dell'opzione cfr.

Corso completo TerMus- Lez#10- Come creare un nuovo Generatore nella Libreria Progetto-ACCA software

Quando l'entità continua a rilevare l'attività nella misura del suo coinvolgimento residuo, essa rileva anche la passività associata. Nonostante le altre disposizioni in materia di valutazione contenute nel presente Principio, l'attività trasferita e la passività associata sono valutate su una base che riflette i diritti e le obbligazioni che l'entità ha mantenuto. La passività associata è valutata in modo tale che il valore contabile netto dell'attività trasferita e della passività associata sia: a il costo ammortizzato dei diritti e delle obbligazioni mantenuti dall'entità, se l'attività trasferita è valutata al costo ammortizzato, o b pari al fair value valore equo dei diritti e delle obbligazioni mantenuti dall'entità valutati su base autonoma, se l'attività trasferita è valutata al fair value valore equo.

L'entità deve continuare a rilevare i proventi derivanti dall'attività trasferita nella misura del coinvolgimento residuo e deve rilevare gli oneri sostenuti sulla passività associata.

Ai fini della valutazione successiva, le variazioni rilevate del fair value valore equo dell'attività trasferita e della passività associata sono contabilizzate coerentemente l'una con l'altra secondo quanto previsto dal paragrafo 5. Se il coinvolgimento residuo dell'entità interessa soltanto una parte dell'attività finanziaria Opzioni binarie lbertex esempio quando l'entità mantiene un'opzione di riacquisto di parte dell'attività trasferita o mantiene un'interessenza residua che non comporta sostanzialmente il mantenimento di tutti i rischi e i benefici della proprietà pur mantenendo il controllol'entità ripartisce il precedente valore contabile dell'attività finanziaria tra la parte che essa continua a rilevare in ragione del coinvolgimento residuo e la parte che non è più rilevata sulla base dei fair value valore equo delle parti relativi alla data del trasferimento.

A questo fine, si applicano le disposizioni del paragrafo 3.

opzione insidie come guadagnare velocemente denaro decente

La differenza tra: a il valore contabile valutato alla data dell'eliminazione contabile attribuito alla parte che non è più rilevata e b il corrispettivo ricevuto per la parte che non è più rilevata deve essere rilevato nell'utile perdita d'esercizio. Se l'attività trasferita è valutata al costo ammortizzato, l'opzione prevista dal presente Principio di designare una passività finanziaria al fair value valore equo rilevato nell'utile perdita d'esercizio non è applicabile alla passività associata.

screenshot di pagamenti da opzioni binarie segnali migliori per le opzioni binarie

Tutti i trasferimenti 3. Se l'attività trasferita continua a essere rilevata, l'attività e la passività associata non devono essere compensate.

  1. Rapporto tra tasso e deposito sulle opzioni
  2. ροών εργασίας - Traduzione in italiano – Dizionario Linguee
  3. Consus trading
  4. I contratti, e quindi gli strumenti finanziari, possono assumere forme differenti e non necessitano della forma scritta.

Analogamente, l'entità non deve compensare i proventi derivanti dall'attività trasferita con gli oneri sostenuti sulla passività associata cfr. Se un cedente fornisce una garanzia reale non in disponibilità liquide quali strumenti di debito o strumenti rappresentativi di capitale al cessionario, la contabilizzazione della garanzia reale da parte del cedente e del cessionario varierà in funzione del fatto che il cessionario abbia il diritto di vendere o impegnare a sua volta la garanzia reale e che il cedente sia inadempiente.

L'entità deve recensioni sullopzione plus la passività finanziaria o una parte della passività finanziaria dal proprio prospetto della situazione patrimoniale-finanziaria quando, e solo quando, questa viene estinta, ovverosia quando l'obbligazione specificata nel contratto è adempiuta o cancellata o scaduta.

Lo scambio tra colui che prende in prestito e colui che dà in prestito strumenti di debito con termini contrattuali sostanzialmente diversi deve essere contabilizzato come estinzione della passività finanziaria originaria e rilevazione di una nuova passività finanziaria.

Analogamente, una variazione sostanziale dei termini di una passività finanziaria esistente o di una parte di essa sia essa attribuibile o no alle difficoltà finanziarie del debitore deve essere contabilizzata come estinzione della passività finanziaria originaria e rilevazione di una nuova passività finanziaria. La differenza tra il valore contabile della passività finanziaria o parte della passività finanziaria estinta o trasferita ad un'altra parte e il corrispettivo pagato, inclusa qualsiasi attività non monetaria trasferita o passività non monetaria assunta, deve come lo scambio differisce dallopzione rilevata nell'utile perdita d'esercizio.

Se riacquista una parte della passività finanziaria, l'entità deve suddividere il precedente valore contabile della passività finanziaria tra la parte che continua a essere rilevata e la parte che è eliminata contabilmente sulla base dei relativi fair value valore equo delle parti alla data del riacquisto.

La differenza tra a il valore contabile attribuito alla parte eliminata contabilmente e b il corrispettivo pagato, inclusa qualsiasi attività non monetaria trasferita o passività non monetaria assunta, per la parte eliminata contabilmente deve essere rilevata nell'utile perdita d'esercizio. A meno che si applichi il paragrafo 4. Un'attività finanziaria deve essere valutata al costo ammortizzato se sono soddisfatte entrambe le seguenti condizioni: a l'attività finanziaria è posseduta nel quadro di un modello di business il cui obiettivo è il possesso di attività finanziarie finalizzato alla raccolta dei flussi finanziari contrattuali e b i termini contrattuali dell'attività finanziaria prevedono a determinate date flussi finanziari rappresentati unicamente da pagamenti del capitale e dell'interesse sull'importo del capitale da restituire.

I paragrafi B4. Ai fini dell'applicazione dei paragrafi 4. Il paragrafo B4. Se non è valutata al costo ammortizzato ai sensi del paragrafo 4. Opzione di designare l'attività finanziaria come valutata al fair value valore equo rilevato nell'utile perdita d'esercizio.

Nonostante quanto previsto dai paragrafi 4. L'entità deve classificare come successivamente valutate al costo ammortizzato tutte le passività finanziarie, tranne: a le passività finanziarie al fair value valore equo rilevato nell'utile perdita d'esercizio.

Tali passività, inclusi i derivati che sono passività, devono successivamente essere valutate al fair value valore equo ; b le passività finanziarie che si originano quando il trasferimento di un'attività finanziaria non soddisfa i criteri previsti per l'eliminazione contabile o quando si applica l'approccio del coinvolgimento residuo. I paragrafi 3. Dopo la rilevazione iniziale l'emittente di un tale contratto deve a meno che si applichi il paragrafo 4.

L'emittente di un tale impegno deve a meno che si applichi il paragrafo 4. Tale corrispettivo potenziale deve essere successivamente valutato al fair value valore equo con le variazioni rilevate nell'utile perdita d'esercizio. Opzione come lo scambio differisce dallopzione designare la passività finanziaria al fair value valore equo rilevato nell'utile perdita d'esercizio 4.

Un derivato incorporato è una componente di un contratto ibrido che include anche un contratto primario non-derivato, con l'effetto che alcuni dei flussi finanziari dello strumento combinato variano in maniera similare a quelli del derivato preso a sé stante. Un derivato incorporato determina una modifica di alcuni o tutti i flussi finanziari che altrimenti il contratto avrebbe richiesto, con riferimento a un determinato tasso di interesse, al prezzo di un determinato strumento finanziario, al prezzo di una determinata merce, a un determinato tasso di cambio, a un indice di prezzi o di tassi, rating di credito o indice di credito o altra variabile, a condizione che, nel caso di variabile non finanziaria, tale variabile non sia specifica di una delle parti contrattuali.

materiali